Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 47

Acquaformosa

Acquaformosa è un paese di etnia italo-albanese situato sul versante sinistro della valle dell'Esaro, ad una altitudine di 756 mt. Famosa per il bilinguismo che lo contraddistingue, mantiene ancora integre alcune tradizioni popolari di origine albanese e si pratica il rito bizantino. Gran parte del patrimonio artistico e culturale è custodito nelle chiese. La parrocchia, che va sotto il titolo di San Giovanni Battista, venne fondata nel 1505 in seguito ad una concessione fatta dall'abate cistercense di Santa Maria di Acquaformosa a una colonia di albanesi.
La chiesa dell'Immacolata Concezione presenta al suo interno un soffitto in legno dipinto, un affresco non integro del XVI sec. di ispirazione bizantina con una Deesis, un altro che ritrae San Nicola di Mira e un dipinto dell'Immacolata del 1785.
Al suo interno si custodiscono alcune tavole del '500 e una Madonna lignea del '300. Una delle chiese più antiche è quella di S. Maria del Monte, il cui nucleo originario venne fondato dai monaci basiliani. Alla chiesa, aperta solo nei mesi estivi, si arriva percorrendo un sentiero rurale, lungo la quale è possibile ammirare dei suggestivi panorami, con lo sguardo che arriva fino al mar Jonio. Intorno al Santuario sono state attrezzate aree pic-nic.
Nei giorni di carnevale, giovani e anziani danzano la caratteristica "vallja" al suono dell'armonica e della zampogna. Durante la Settimana Santa si intonano le "Kalimere", cantilene che rievocano la Passione di Cristo. La Pasqua viene annunciata lungo le vie del paese con il canto popolare Kristos Anesti, che significa Cristo è risorto. I festeggiamenti in onore del patrono di Acquaformosa, San Giovanni Battista, si svolgono il 29 agosto, giorno in cui si svolge anche la fiera.
Piatto forte della tradizione è una particolare pasta chiamata "shtridhelia", da gustare condita con salsa di pomodoro.

Da:

Potrebbe interessarti:

Altro in questa categoria: « Morano Calabro Castrovillari »

mappa-new

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Cerca hotel

Check-in

Check-out


Cerca su dispositivi mobili

Newsletter

Assicurati di non perdere le nostre novità iscrivendoti alla Newsletter di visitcosenza.it
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

Contattaci

Inviaci una mail o contattaci sulla nostra Info line

  • Info line: +39 342 0591020

Crediti - Note legali

Connettiti con noi

Seguici! Siamo sui principali Social Network.
       
©2017 visitcosenza.it. All Rights Reserved.