Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Colosimi

Colosimi è un paese posto alle falde dell'altopiano della Sila, in zona montana a confine con la provincia di Catanzaro. Il comune raggruppa diversi nuclei abitati sparsi sul suo territorio. Oltre al centro principale di Colosimi, infatti, ne fanno parte le frazioni Arcuri, Carrano, Coraci, Gigliotti, Manche, Mascari, Melilla, Rizzuti, Trearie, Silicella e Volponi.
Per questa sua frammentazione, che ha fatto meritare al paese l'appellativo di "paese-mosaico", per potere ammirare le bellezze del posto è necessario spostarsi nelle varie frazioni. Ognuna di esse conserva qualche elemento di interesse, mentre il territorio restante è soprattutto boschivo e caratterizzato da piccoli corsi d'acqua che confluiscono nel Bisirico, il fiume principale della zona. Nel centro di Colosimi spicca la mole della chiesa parrocchiale dedicata alla Madonna Assunta, costruzione che presenta una struttura di fine '700, inizi '800. L'interno, in stile barocco e diviso in tre navate, conserva interessanti dipinti e statue processionali, tra cui si segnala la tela dell'Assunta nella zona del presbiterio.
L'attuale salone San Francesco era anch'esso una antica chiesa, ora adibita a locale per le iniziative parrocchiali, e presenta un bel portale settecentesco in tufo. La chiesa della Madonna di Loreto, posta in località Ischi, è un interessante edificio risalente al '600 ed è stata dichiarata monumento nazionale.
Ogni frazione ha poi la sua chiesa o cappella, e tra queste spicca la chiesa della Trinità nella frazione Coraci, dalla imponente struttura ricca di decori in pietra.
Il paese conquistò la sua autonomia amministrativa nel 1811, mentre prima era casale della vicina Scigliano, della quale seguì le sorti.

Da:
Altro in questa categoria: « Figline Vigliaturo Cellara »

mappa-new

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Cerca hotel

Check-in

Check-out


Cerca su dispositivi mobili

Newsletter

Assicurati di non perdere le nostre novità iscrivendoti alla Newsletter di visitcosenza.it
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

Contattaci

Inviaci una mail o contattaci sulla nostra Info line

  • Info line: +39 342 0591020

Crediti - Note legali

Connettiti con noi

Seguici! Siamo sui principali Social Network.
       
©2017 visitcosenza.it. All Rights Reserved.