Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Massimo Kaufmann - Rime sparse

Categoria
Mostre
Data
2018-12-02 - 2019-01-12
Telefono
09841812534
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La galleria d’arte Ellebi chiude la stagione espositiva del 2018 con l’inaugurazione della personale RIME SPARSE dell’artista milanese Massimo Kaufmann.
La recente produzione di Kaufmann, si offre come texture poetica che celebra il colore nel suo concedersi al tatto e alla vista, pittura come ricerca di un varco percettivo “dai confini mutevoli e inafferrabili”, un varco, un passaggio “nell’illuminare l’oscurità, nel dare parola al silenzio”. Kaufmann rappresenta le linee di fuga di un caos ordinato, «dove infiniti punti colorati, scorrono lungo traiettorie policrome, seguendo liberamente le linee del caso, come avviene alle gocce di pioggia spostate dal vento. E così si rimette in discussione il fragile ordine che tentiamo di dare a un mondo che nasce dalla casuale caduta dei suoi elementi primi e dalla precaria sequenza dei suoi attimi», scrive Francesco Cataluccio. Mappe e reticoli come città che si sviluppano a dismisura in esplosioni di colore. Esso viene utilizzato come veicolo emozionale, la pittura praticata come partitura musicale, il tessuto temporale come elemento portante della creazione artistica.
Il titolo della mostra, Rime sparse, racchiude nel suo significato più ampio la ricerca degli ultimi anni dell’artista, osservatore dei fenomeni dell’universo e contestualmente uomo colto e sensibile che si è lasciato ispirare dall’esperienza tattile dei volumi della Biblioteca Italiana per Ciechi di Monza per realizzare un ciclo di lavori di carte “disegnate” su pagine per scrittura in alfabeto Braille, che compongono un’intera sala della galleria. Opere intense e significative in cui il racconto si nasconde tra le pieghe di colore dove la mano può accoglierla, discernerla e percepirla.
E ancora i Clinamen, serie che l’artista titola dalla fisica epicurea per indicare gli elementi da cui nasce la varietà delle manifestazioni dell’universo. Lo spazio della tela è pervaso da una collezione di sgocciolature che ci conduce lungo imprevedibili traiettorie di pura energia così come il grande dittico dal titolo Stripes II opera che sprigiona nel colore, un forte impatto poetico ed emozionale.
Massimo Kaufmann ha realizzato il manifesto del Premio Sila ’49. La serata sarà un’occasione per aprire un dibattito culturale moderato dalla giornalista Francesca Pecora, cui parteciperà l’artista, Enzo Paolini Presidente Fondazione Premio Sila e gli ospiti presenti al vernissage.

 
 

Altre date

  • Da 2018-12-02 a 2019-01-12

Powered by iCagenda

Newsletter

Assicurati di non perdere le nostre novità iscrivendoti alla Newsletter di visitcosenza.it
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

Contattaci

Inviaci una mail o contattaci sulla nostra Info line

  • Info line: +39 342 0591020

Crediti - Note legali

Connettiti con noi

Seguici! Siamo sui principali Social Network.
       
©2019 visitcosenza.it. All Rights Reserved.