Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Stampa questa pagina

Tempo di vendemmia

vendemmia-mdLa raccolta dell'uva è da sempre, nelle terre cosentine, un momento delicato e appassionante per chi coltiva le viti: ogni anno i tradizionali gesti si rinnovano, l'emozione del primo grappolo si ravviva, i profumi dei filari tornano ad avvolgere l'uomo.
Fino alla prima metà dell'Ottocento la provincia di Cosenza risultava la maggior produttrice di vino della regione, ma con i primi anni del secolo successivo la situazione si capovolge e molti vigneti della Calabria Citra lasciano il posto agli ulivi e agli alberi da frutto, fichi in particolare.
La viticoltura cosentina ha vissuto una vera e propria rivoluzione negli ultimi anni. In tutta la provincia, infatti, sono nate molte cantine che hanno scommesso immediatamente sulla competenza e sull'ammodernamento tecnologico come strada maestra per arrivare a una produzione di qualità, attraverso la quale è stato valorizzato il territorio e le sue tradizioni, offrendo oggi un'ampia varietà di tecniche e consuetudini.
La variegata conformazione geografica e orografica della provincia ha consentito la nascita di una viticoltura diversificata, fortemente legata al territorio. Gli appassionati, infatti, possono apprezzare diverse varietà di vitigni: dal Magliocco e dal Mantonico nero dell'Esaro, all'Arvino e al Greco nero del Savuto; per le uve bianche, Greco, Malvasia, Moscatello di Saracena e Mantonico bianco. E' proprio la diversità di uve, di zone, di tecniche e di clima la carta vincente della viticoltura cosentina.
Il periodo della vendemmia è un momento di festa. Alcune cantine della provincia offrono la possibilità di partecipare ad una delle più antiche e importanti tradizioni del mondo agricolo, con i momenti conviviali che si accompagnano alla raccolta dell'uva. Passeggiare tra i filari profumati sotto il mite sole settembrino, raccogliere i grappoli maturi, partecipare alle fasi produttive che portano alla nascita di un vigoroso vino, è un'esperienza senza eguali, assolutamente da provare.

Da: