Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Laino Borgo

Laino Borgo è un piccolo centro nella vallata del Mercure, ai piedi del Pollino. è attraversato dal fiume Lao e dai torrenti Iannello e Battendiero. Il centro sorge in località chiamata Santa Gada, nei cui pressi sono stati rinvenuti resti di un abitato indigeno dell'Età del Ferro, divenuto poi greco-romano. Alcuni resti di un'antica necropoli greca sono stati ritrovati, invece, in località Piano delle Fosse. Molto forte a Laino Borgo è la tradizione di imparare a suonare la zampogna, un tempo esistevano molti artigiani in grado di realizzare questo affascinante strumento. I vicoli del centro storico sono lastricati e conservano ancora la loro conformazione originaria. Pregevoli i portali dei palazzi che si incontrano passeggiando per stradine, spesso sormontati dagli stemmi nobiliari delle famiglie del posto. La chiesa matrice, dedicata allo Spirito Santo, è di origine medievale e venne rifatta nel '700. Conserva al suo interno la tela del 1644 raffigurante la Madonna degli Angeli con Sant'Onofrio e San Francesco d'Assisi, opera di Giovanni Balducci, racchiusa in una ricca cornice intagliata e dorata. Interessante è anche la statua della Madonna del Rosario del 1576. Annesso alla chiesa vi è il museo d'arte sacra, dove sono esposti numerosi paramenti sacri e svariati esemplari dell'argenteria liturgica databili tra il XVI e il XIX secolo.
Poco distante dal paese, in direzione nord, a soli 2 km dal centro abitato, si giunge al Santuario della Madonna dello Spasimo, noto anche come Santuario delle Cappelle o del Santo Sepolcro, eretto nel 1557 per volere di Domenico Longo.
Nel territorio di Laino Borgo il fiume Lao crea dei bellissimi canyon scavati nella parete rocciosa e molte cascate. Lungo il corso del fiume è possibile praticare rafting in un percorso non affatto difficile che parte dal centro del paese, nei pressi dell'ufficio postale e conduce fino alle gole del Lao. Percorso con difficoltà media è invece quello che parte sempre da centro del paese, ma costeggia il torrente Iannello e che conduce al santuario delle Cappelle. Solo i più esperti possono invece raggiungere le cascate del torrente Iannello, con i suoi tre spettacolari salti d'acqua.
In occasione della festa di San Giuseppe, nei giorni 18 e 19 marzo di ogni anno, è tradizione per gli abitanti di Laino Borgo di organizzare la festa delle "focarazze" con la realizzazione di vari falò in diversi punti del paese. Antichissima è la processione della madonna dello Spasimo, durante la quale la gente usa portare con sé dei particolari manufatti a forma di chiesa, realizzati con candele poste su di una base di legno, che le devote, a volte anche scalze, portano in equilibrio sul capo.

Da:
Altro in questa categoria: « Frascineto Laino Castello »

mappa-new

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Cerca hotel

Check-in

Check-out


Cerca su dispositivi mobili

Newsletter

Assicurati di non perdere le nostre novità iscrivendoti alla Newsletter di visitcosenza.it
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

Contattaci

Inviaci una mail o contattaci sulla nostra Info line

  • Info line: +39 342 0591020

Crediti - Note legali

Connettiti con noi

Seguici! Siamo sui principali Social Network.
       
©2017 visitcosenza.it. All Rights Reserved.