Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Stampa questa pagina

Longobucco

Longobucco si trova nel cuore della Sila a circa 800 metri di altitudine sulla strada che da Camigliatello, attraverso la "Fossiata" arriva a Rossano, e quindi sul mare Ionio. È attraversato dal fiume Trionto, le cui gole rivestono grande interesse naturalistico ed escursionistico. Di grande interesse, grazie alle storiche miniere presenti ricche di vari minerali, è il "percorso della miniera", alla riscoperta di un antico mestiere e di luoghi di grande fascino. Molto interessante anche il centro abitato dove, oltre a suggestivi vicoli e interessanti palazzi civili, è possibile ammirare le diverse chiese che custodiscono nel loro interno dei capolavori dell'arte meridionale. La Chiesa Matrice è dedicata a Santa Maria Assunta, Risalente al XII secolo è decorata in stile barocco. Da visitare anche la chiesa di Santa Maria Maddalena, anch'essa in stile barocco, la chiesa di San Domenico, sorta nel XVI secolo e originariamente dedicata a Santa Maria delle Grazie con annesso il convento dei Domenicani. Si segnalano inoltre i ruderi della chiesa di Sant'Antonio da Padova, la chiesa di Sant'Antonio Abate nel cuore del centro storico e la chiesa di Sant'Angelo del XVII secolo. In località Puntadura, alla confluenza tra il fiume Trionto e il torrente Ortiano, sorge la chiesa rurale di Santa Maria della Mercede. Da vedere anche la chiesa del Sacro Cuore a Destro, la chiesa di Santa Maria a Nives del XIII secolo in località Scale e la piccola chiesa di San Francesco di Paola in località Ortiano. Importanti anche la torre normanna e l'ex convento del Riformati. Si segnala anche il Museo dell'Artigianato silano e della Difesa del suolo nella bella cornice dell'ex Convento dei Francescani. Longobucco vanta una notevole tradizione nell'arte tessile, ospita il Museo della Tessitura dove è possibile ammirare i telai a mano, risalenti al secolo scorso, regolarmente funzionanti. Da alcuni anni si organizza, in estate, la Settomana della Tessitura, importante iniziativa culturale che ruota intorno alle eccellenze tessili di Longobucco.

Da:

Potrebbe interessarti: