Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Museo Diocesano - Cosenza

Stauroteca-Croce-Reliquario-Cosenza-Museo-DiocesanoIl Museo Diocesano di Cosenza si trova in Piazza Parrasio, in quelli che un tempo furono parte dei locali del Seminario Diocesano, fungendo così da trait d'union tra la storia di ieri e quella di oggi, punto di riferimento attorno a cui si anima il progetto di rivisitazione del passato e di scoperta del presente negli aspetti migliori e talvolta sconosciuti. Rappresenta un'ideale partenza per scoprire la città e conoscere la vasta Arcidiocesi, in quanto raccoglie in un unico percorso notevoli e preziosi reperti provenienti dal Duomo e da altre chiese del territorio.

Diviso in sei sale, il museo custodisce al suo interno la preziosissima Stauroteca – o croce reliquario – opera unica in oro sbalzato, filigrana a vermicelli, smalto, adamantini e cristallo di rocca, del XII secolo. La tradizione vuole sia stata donata da Federico II di Svevia in occasione della consacrazione della Cattedrale nel 1222. Pertanto, è diventata l'emblema della città.

Continuando la visita si potranno ammirare opere recuperate in alcune Chiese della Diocesi, tele, argenterie, paramenti commissionati dagli arcivescovi cosentini nella storia plurisecolare. Nelle altre sale sono ospitati significativi manufatti del Seicento, il calice Torquemada del XV secolo, icone del cinquecento, tele del seicento e settecento, e parte del ricco tesoro della Madonna del Pilerio, protettrice della città e dell'Arcidiocesi, con corone d'oro, monili, pietre preziose e gioielli.
L'ultima sala, la Pinacoteca, custodisce la splendida tela dell'Immacolata di Luca Giordano (XVII secolo), il prezioso San Gennaro di Andrea Vaccaro (XVII secolo), proveniente da Luzzi, e le suggestive tele mariane di Guseppe Pascaletti (XVIII secolo).

Info:
Piazza Aulo Giano Parrasio, 16
lun - sab dalle 9.00 alle 13.00
pomeriggio e domenica su prenotazione
aperture straordinarie per gruppi
ingresso libero
tel. 0984.6877171 / 2
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Museo-Diocesano-sm  Madonna-Pilero-sm

Da:
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Cerca hotel

Check-in

Check-out


Cerca su dispositivi mobili

Newsletter

Assicurati di non perdere le nostre novità iscrivendoti alla Newsletter di visitcosenza.it
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

Contattaci

Inviaci una mail o contattaci sulla nostra Info line

  • Info line: +39 342 0591020

Crediti - Note legali

Connettiti con noi

Seguici! Siamo sui principali Social Network.
       
©2017 visitcosenza.it. All Rights Reserved.