Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Verbicaro

Verbicaro è un centro dell'entroterra cosentino che sorge a metà strada tra la costa dell'Alto Tirreno cosentino e il massiccio del Pollino. Anticamente il paese era cinto da mura delle quali restano delle tracce nella parte più vecchia dell'abitato, dove rimangono ancora tre porte di accesso dell'XI secolo. La Chiesa parrocchiale di Santa Maria del Piano fu costruita all'inizio del XV secolo, è ad un'unica ampia navata, con quattro grandi cappelle su ciascuna parete. Il prospetto principale si presenta interamente in pietra. La chiesa conserva un Messale Romano del '600, paramenti in seta e oro con manifattura napoletana del XVII secolo, calice ed ostensorio in argento e croce astile argentea del '600 e un turibolo in stile tardo rinascimentale. Dell'antico convento dei Domenicani, fondato nel 1571, oggi rimane solo l'ala sinistra, adibita a uso di abitazione privata. Nella chiesa di Santa Lucia, detta anche Madonna della Neve, si trovano affreschi del 1400. La chiesa di S. Francesco di Paola, risalente alla fine del 1800, si trova su una collina detta n'cap dd'iertu, a circa 5 Km dal paese, da dove è possibile ammirare la vallata tra l'Abatemarco ed il Lao e le colline fino alla costiera tirrenica. Nella parte nord dell'abitato sono stati ritrovati reperti archeologici di epoca ellenistica. Poco distante dal paese scorre il fiume Abatemarco, nelle cui vicinanze è stata attrezzata un'area per pic-nic. I vigneti di Verbicaro sono molto rinomati e danno origine ad un vino d.o.c. molto apprezzato. Tra le tradizioni gastronomiche si segnalano i cosiddetti panicelli realizzati con uva zibibbo passita in foglia di cedro essiccati al forno. Tra gli eventi tradizione popolare e religiosa si evidenzia la tradizione dei Battenti che si svolge il Giovedì della settimana di Pasqua, uomini vestiti di rosso si percuotono le gambe con un pezzo di sughero nel quale sono conficcati dei pezzi di vetro fino a farle sanguinare. Così facendo compiono per tre volte lo stesso giro che percorrerà la processione il giorno dopo e, infine, vanno a lavarsi nella fontana vecchia del paese. Il due Luglio di ogni anno è dedicato all'infiorata della Madonna delle Grazie di Verbicaro, una grande superficie stradale viene ricoperta con vari materiali naturali e fiori con i quali si realizzano disegni in omaggio della Madonna.

Da:
Altro in questa categoria: Papasidero »

mappa-new

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Cerca hotel

Check-in

Check-out


Cerca su dispositivi mobili

Newsletter

Assicurati di non perdere le nostre novità iscrivendoti alla Newsletter di visitcosenza.it
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

Contattaci

Inviaci una mail o contattaci sulla nostra Info line

  • Info line: +39 342 0591020

Crediti - Note legali

Connettiti con noi

Seguici! Siamo sui principali Social Network.
       
©2017 visitcosenza.it. All Rights Reserved.